C'era una volta in Giappone

Mangaka Yuu Watase  Voto
1 1 1 1 1 (2 Votes)
Genere e Traget Shoujo, Adventure, Action, Historical, Comedy, Romance Giudizio

Mangaka Yuu Watase  Voto
1 1 1 1 1 (2 Votes)
Genere e Traget Shoujo, Adventure, Action, Historical, Comedy, Romance Giudizio

Trama

C'era una volta in GiapponeDurante una notte primaverile, una bambina viene abbandonata sotto un ciliegio in fiore, e accanto a lei viene posata una Kongoumaru. Gli unici che riescono a udire il pianto della piccola sono un farmacista e sua moglie, che raccolgono la bambina e la allevano come loro unica figlia: Yusura. Man mano Yusura cresce, acquista la reputazione di "Hikeshya". Infatti la ragazza usa la sua Kongoumaru (quella specie di bastone che porta sempre con sé) per eliminare la sofferenza: attraverso una luce blu, la Kongoumaru assorbe il dispiacere e lo rimanda a coloro che lo hanno causato.

Un giorno Yusura incontra Samon, un giovane samurai che sta lottando contro una banda e la ragazza aiuta Samon a mettere in fuga il nemico. Da quel giorno Yusura e Samon iniziano il loro cammino, durante il quale incontreranno buffi personaggi che si uniranno a loro, formando così un'allegra compagnia che vivrà divertenti avventure nell'antico Giappone. 

 

 

Personaggi

Yusura

Yusura

È stata abbandonata sotto un albero, ed è stata ritrovata da un farmacista e sua moglie con accanto una Kongoumaru. Lei venne cresciuta come unica figlia dellla coppia, e all'età di 15 anni assomiglia nel suo modo di parlare, vestire e comportarsi a un ragazzo. Usando la Kongoumaru,ha assunto il titolo di Hikeshiya - l'estintore del dispiacere. È una ragazza molto buona e sempre disposta ad aiutare il prossimo.

Kishima Samon

Kishima Samon

È l'unico figlio della casata Sagami, perciò ha il titolo di "Sagami no Damiyou" o "Lord del Sagami". Samon è praticamente cieco senza i suoi occhiali. Ha conosciuto Yusura mentre era alla ricerca della sua sposa Oteru. Inizialmente Samon si unisce a Yusura credendola un ragazzo, ma più avanti scoprirà che è una ragazza.

Minekichi

Minekichi

Lavora per la famiglia di Yusura e non è molto astuto... Inoltre non gli piacciono le donne e pertanto tende a trattarle male. 

Kazanosuke

Kazanosuke

Era un membro del gruppo ninja Koura, ma quando incontra Yusura e il suo gruppo, si unisce a loro diventando la guardia del corpo di Samon.

takano

Takano

Faceva parte del gruppo ninja di Koura, ed è anche un artista di talento. Passa il suo tempo sopra la testa di Minekichi.

Info

In Italia

1° Edizione

Ultimo numero uscito

Titolo:

C'era una volta in Giappone

Casa editrice:

Planet Manga 

Inizio pubblicazione:

Novembre 2004

Prezzo:

4.00 €

Status serie:

Conclusa (3 volumi)

 Cover Italiane della prima edizione:

In Giappone

Ultimo numero uscito

Titolo:

Appare Jipangu!

Casa editrice:

Shogakukan

Rivista di serializzazione:

Sho-Comi

Inizio pubblicazione:

1998

Status serie:

Conclusa (3 volumi)

Cover Giapponesi della prima edizione:

Opinioni

Opinioni dello staff di Shoujo Love
Storia:
Originalità:
Disegni:
Edizione italiana:

Scritte da Nuzzina

Ecco un altro manga della Watase! Negli ultimi tempi questa autrice sta andando forte nel nostro paese, e molte case editrici pubblicano qualcosa di suo. Stavolta siamo di fronte a una storia breve, di soli 3 volumi (altro che Fushigi Yuugi e Ayashi no Ceres!) e di stampo comico. Certo, in tutti i manga della Watase c'è la comicità, ma nel caso di C'era una volta in giappone, questa è la componente fondamentale.

La storia di per sé non è particolarmente originale o intricata, i protagonisti vivono diverse avventure incontrando buffi personaggi. La trama è semplice, così come i personaggi, non particolarmente profondi, e anzi, un po' stereotipati. Ma a detta della stessa Watase, quet'opera non voleva essere un manga impegnato, ma solo un "passatempo" tra opere più importanti. Anche i disegni sono diversi rispetto a quelli di Ayashi no Ceres: gli occhi sono più grandi, e le figure più sottili. Sembra un po' di essere tornati allo stile di Fushigi Yugi!

Concludendo, bisogna ammettere che quest'opera, coi suoi limiti dichiarati prima, è comunque molto godibile, e senz'altro è un ottimo passatempo per farsi quattro risate e svagarsi un po'.

 

Opinioni degli utenti

Aggiungi la tua opinione su questa opera

Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Opinione:

Citazioni

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Immagini & Co

Immagini a colori


Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti per essere sempre aggiornato sulle ultime novità del sito! ^__^

ISCRIVITI SUBITO